Accademia Georgica Treia

  L'Accademia e il Patrimonio
  Attività
  Eventi
  Cerca un testo in biblioteca
  Contatti
   
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
  News
  Adotta un Combattente
  Addis Abeba - Fine di un'epoca
  Convegno su Strampelli ad ApiMarche 
  Convegno su Strampelli a Recanati
  Convegno su Strampelli a Foggia
  Convegno sui Cereali Minori
2016
2017

Eventi >>> 2015

 

Agricoltura, Ecologia e Territorio: l’attualità di Nazareno Strampelli  

Verso i primi 150 anni di Nazareno Strampelli (1866-2016)

Montelupone (MC), Teatro Comunale “Nicola degli Angeli”, domenica 23 agosto 2015, ore 9:30

 

Nazareno Strampelli, nato il 29 Maggio 1866 a Crispiero, una frazione del comune di Castelraimondo (MC), è stato uno dei più importanti genetisti agrari italiani e del mondo. Strampelli ha avviato un programma di miglioramento genetico del grano che lo porterò a costituire alcune decine di varietà di frumento tenero e duro destinate a rivoluzionare la granicoltura italiana della prima metà del Novecento e quella mondiale dei decenni successivi.

A partire dal Secondo dopoguerra, i frumenti di Strampelli trovarono ampia diffusione a livello internazionale nei programmi di miglioramento genetico attuati dai principali Paesi produttori di cereali. I geni introdotti da Strampelli nelle sue varietà di frumento sono ancora oggi alla base dell’architettura genetica delle varietà “moderne” del cereale, coltivate in tutto il mondo.

A partire dagli anni Novanta, la vicenda storica e l’opera scientifica di Strampelli sono state riscoperte e fatte oggetto di studio e divulgazione sia in Italia sia all’estero. Le ricerche più recenti hanno permesso di approfondire vari aspetti storici e scientifici del personaggio, alcuni dei quali caratterizzati da interessanti elementi di novità.

Il 29 Maggio 2016 cadrà il centocinquantesimo anniversario della sua nascita.

 

“Agricoltura, Ecologia e Territorio: l’attualità di Nazareno Strampelli”  è il titolo del convegno che si è tenuto nella mattinata di domenica 23 agosto presso il teatro comunale “Nicola degli Angeli” di Montelupone nell’ambito della ormai storica manifestazione ApiMarche 2015. L’evento organizzato dal Comune in stretta collaborazione con l’Accademia Georgica di Treia ha inteso portare l’attenzione del pubblico sull’agronomo e genetista di Castelraimondo che nei primi decenni del Novecento, con i suoi studi e ricerche in campo genetico, in particolare sui cereali, si era impegnato nel problema del nutrimento dell’uomo e della Terra: la moderna granicoltura e l’economia agricola mondiale gli sono ancora grate.

I lavori si sono aperti con i saluti del Sindaco di Montelupone Rolando Pecora e l’intervento introduttivo di Stefano Gavaudan, veterinario responsabile del Laboratorio di Diagnostica dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, che ha relazionato sull’apicoltura attuale toccando gli aspetti igienico-sanitari dell’apiario, un argomento legato in particolare anche agli aspetti ambientali di cui Strampelli nelle sua attività scientifiche ne ha tenuto conto e promosso. Con l’agronomo Oriana Porfiri, esperta di miglioramento genetico e sviluppo varietale del frumento, si è entrati nel merito dell’opera di Strampelli trattandone, in particolare, l’approccio olistico. L’intervento di Sergio Salvi, ricercatore in genetica e biografo di Nazareno Strampelli, ha inteso riscoprire aspetti inediti dell’impegno dell’illustre genetista a partire dall’aridocoltura e dall’allelopatia, mentre Benito Giorgi, già ricercatore, genetista e breeder ENEA/CERMIS, ha presentato il nuovo saggio dal titolo “Le due rivoluzioni verdi del XX Secolo” edito dal Cermis di Tolentino.

La mattinata, brillantemente moderata da Franco Perco, Direttore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, ha visto una buona partecipazione di pubblico - tra cui il Prof. Rodolfo Santilocchi della facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche - che ha attivamente partecipato al dibattito spingendo la discussione ad un livello più approfondito.

L’avvenimento è stato organizzato con l’obiettivo di celebrare la figura di Nazareno Strampelli, uno dei più grandi agronomi e genetisti agrari di tutti i tempi e quale preludio alle manifestazioni che vedono nel 2016 l’anno del 150° anniversario della nascita. A tale proposito l’Accademia Georgica di Treia ha presentato formale richiesta a nome e per conto di molti altri soggetti pubblici e privato anche di valenza nazionale interessati alla valorizzazione di questo scienziato maceratese presso l’apposito Comitato storico-scientifico per gli anniversari di interesse nazionale istituito con D.P.C.M. del 6 giugno 2013 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento per il coordinamento amministrativo, per la dedica dell’anno 2016 a Nazareno Strampelli nella ricorrenza del 150° anniversario della nascita.

 

 

I video dell'evento

La registrazione del convegno

 

Il Servizio TV del TGR Marche del 24/08/2015

 

 

Il programma dell'evento
Apertura dei lavori

 Saluti

 Rolando Pecora, Sindaco del Comune di Montelupone

L’apicoltura attuale: aspetti igienico - santitari dell’apiario
 Stefano Gavaudan, Veterinario Responsabile Laboratorio Diagnostica Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche

 

Nazareno Strampelli: l’agronomo - scienziato maceratese
Nazareno Strampelli, uno scienziato “olistico” 
Oriana Porfiri, agronomo esperto di miglioramento genetico e sviluppo varietale del frumento

Lo Strampelli che non t’aspetti: aridocoltura, allelopatia e…
Sergio Salvi, ricercatore in genetica, biografo di Nazareno Strampelli
Presentazione del saggio “Le due rivoluzioni verdi del XX Secolo”
Benito Giorgi, già ricercatore, genetista e breeder ENEA/CERMIS  


Dibattito con il pubblico


Moderatore
Franco Perco, Direttore del Parco Nazionale dei Monti

  

 

Link

Attività in corso: la Commissionte Tecnico-Operativa Nazareno Strampelli 2016

 

 

Cartella Stampa

Sfoglia l'invito all'evento
Scarica l'invito all'evento
Scarica la locandina dell'evento

 

 

Galleria fotografica